CONTATTACI SUBITO!

Informazioni? Compila il Form ti contatteremo il prima possibile

Seno

Chirurgia Estetica del Seno

Non ci sono dubbi sulla grande importanza che il seno riveste sul piano estetico. È ritenuto, da alcuni, addirittura simbolo di identificazione femminile. Nonostante la sua forma ideale cambi continuamente a seconda delle mode del momento, il desiderio naturale di piacere fa sì che molte donne si sentano scomode e a disagio fino addirittura a farne un complesso se il seno non si adatta al proprio ideale estetico. Per questo motivo gli interventi di mastoplastica o chirurgia della mammella sono così numerosi.

I problemi più comuni che tratta la mastoplastica sono l’eccesso di volume, la caduta eccessiva e il mancato sviluppo del seno. Noi di Phidias, tramite i nostri chirurghi, diamo soluzioni specifiche caso per caso al fine di realizzare in accordo con la paziente la soluzione che meglio si armonizza con il proprio corpo.

Le Cliniche Phidias sono specializzate negli interventi di chirurgia estetica del seno ed offrono i migliori trattamenti ed il comfort più assoluto a tutte le pazienti.

I nostri Centri puntano all’eccellenza. Le pazienti che si rivolgono ai Centri Phidias vengono accolte fin dalla prima visita con ogni premura e accompagnate lungo tutto l’iter da specialisti di altissimo livello. Ogni caso viene studiato con attenzione al fine di offrire delle soluzioni personalizzate in base agli obiettivi e alle necessità della paziente. Ogni paziente viene seguita da un solo chirurgo prima, durante e dopo l’operazione, e può contattare il medico 24 ore su 24 anche nei giorni festivi.

Le nostre Cliniche esclusive sono curate in ogni dettaglio per offrire comfort, prestazioni di alto livello nel pieno rispetto degli standard di sicurezza più elevati.

Per ricevere tutte le informazioni al riguardo e conoscere eventuali promozioni in corso è possibile contattare il nostro numero verde

numero verde nttagic

I chirurghi Phidias

Oggi l’intervento al seno, più semplice che in passato, si effettua con un unico giorno di ricovero e un post-operatorio gestibile senza particolari fastidi o complicazioni. Ciò nonostante, è di enorme importanza effettuare l’intervento presso Cliniche specializzate e con chirurghi professionali e competenti. Lo staff chirurgico delle Cliniche Phidias vanta medici con esperienze di prestigio e solide competenze nel settore della chirurgia estetica.

I chirurghi Phidias affiancano la Cliente dalla prima visita ai mesi successivi all’intervento, aiutandola a scegliere l’intervento più adatto alle sue esigenze e, nel post operatorio, a gestire al meglio il cambiamento avvenuto. Ogni paziente avrà  a sua completa disposizione un chirurgo che seguirà il suo caso dall’inizio alla fine. Al chirurgo non verrà affidato solo l’intervento estetico, ma quello di “progettare” insieme alla paziente il seno più armonioso rispetto alle sue proporzioni e di guidarla nel post-operatorio per consentirle una ripresa ancora più rapida e indolore.

Crediamo fermamente nel ruolo del chirurgo nella perfetta riuscita dell’intervento, per questo ci affidiamo solo a specialisti di altissimo profilo, orientati a una deontologia che rispecchi al 100% la filosofia dei nostri Centri.

Centri Phidias: esperienza unica ed esclusiva

Tutti i Centri Phidias sono gestiti per garantire massima sicurezza, efficienza e comfort. Presenti ormai da decenni nel campo della chirurgia e della medicina estetica, le nostre Cliniche lavorano con attrezzature e strumentazioni d’avanguardia e si avvalgono solo della collaborazione di personale medico-sanitario di prestigio. Ma non è tutto, perché curiamo nei dettagli anche le strutture che ospitano le pazienti, allo scopo di farle sentire a proprio agio, coccolate come a casa. Abbiamo pensato ad una serie di servizi aggiuntivi che rendono più confortevole l’esperienza presso le nostre Cliniche.

Arredate con gusto e raffinatezza e dotate di camere spaziose con ogni sorta di comfort, le Cliniche Phidias rappresentano l’eccellenza tra le strutture che operano in questo settore e offrono numerosi optional aggiuntivi come parcheggi, sale relax, bar o ristoranti.

E oltre ad offrire assistenza, cure mediche e servizi di altissimo livello, siamo in grado di garantire prezzi competitivi o offerte esclusive senza rinunciare in nessun modo alla qualità.

Le sedi dei nostri studi sono a Roma, Palermo, Civitavecchia e Nepi. Presso i nostri studi potrete effettuare il primo colloquio con i nostri specialisti e tutte le visite della fase pre e post operatoria. Gli interventi vengono invece effettuati nelle due cliniche di Roma; Phidias si occuperà del vostro trasporto presso le cliniche e della permanenza a Roma, dove potrete soggiornare presso un hotel esclusivo dotato di ogni servizio. I costi del trasporto e del soggiorno a Roma per voi e un vostro accompagnatore saranno a carico di Phidias, che si prenderà cura di voi per garantirvi un’esperienza confortevole da ogni punto di vista. Per informazioni e appuntamenti potete contattare il nostro numero verde 800-911.690.

Chirurgia estetica del seno presso i nostri Centri

Presso i Centri Phidias vengono effettuati con strumentazioni e procedure all’avanguardia tutti gli interventi di chirurgia estetica del seno: aumento del seno, riduzione del seno ed elevazione del seno cadente.

masto_med_hrAumento del volume mammario

Spesso chi si rivolge a noi non è soddisfatto delle dimensioni del proprio seno e desidera aumentarne il volume per ottenere un décolléte più morbido, sensuale e femminile. L’intervento che permette di ottenere questo risultato si chiama mastoplastica additiva.

La mastoplastica additiva permette di risolvere in maniera definitiva il problema del mancato sviluppo mammario o della riduzione considerevole del volume del seno dopo il parto. Questo intervento di chirurgia del seno è ormai uno dei più sicuri e diffusi e non richiede più come in passato una lunga degenza in Clinica. Tutti gli interventi di mastoplastica si eseguono in anestesia locale e sedazione e con al massimo un giorno di ricovero, senza disturbi gravi nel post-operatorio. 

Il risultato dell’intervento è assolutamente naturale, studiato per creare un effetto d’impatto e per durare moltissimi anni.

Prima dell’intervento al seno

Prima di sottoporsi ad un intervento di chirurgia plastica del seno, è fondamentale scegliere oculatamente il proprio chirurgo plastico, che dovrà avere la professionalità di approvare, o anche rifiutare l’intervento. Il primo contatto con il chirurgo è molto importante per capire il suo livello di serietà ed affidabilità: la prima visita dovrà essere molto approfondita e completa di tutte le informazioni utili quali i rischi, la fattibilità, i costi e le reali possibilità di attuazione.
Il chirurgo dovrà inoltre rassicurare la paziente rispondendo ad ogni suo quesito e dovrà rendersi sempre disponibile qualora venisse contattato per eventuali chiarimenti o dubbi in merito all’intervento.
In seguito al primo appuntamento, la paziente avrà a disposizione un intervallo di tempo da dedicare alle riflessioni del caso: durante questo periodo, non bisogna esitare a contattare il proprio chirurgo per eventuali domande, seppure minime.

Come si svolge l’intervento chirurgico di mastoplastica additiva

Prima dell’intervento, le pazienti svolgono un colloquio individuale con il chirurgo che offre tutte le informazioni sull’operazione. Durante la visita specialistica viene valutata la fattibilità dell’intervento e il medico illustra alla paziente quali sono i risultati previsti. La fase iniziale è di cruciale importanza per la buona riuscita dell’intervento: medico e paziente devono valutare e decidere insieme qual è l’effetto desiderato. Il nuovo seno potrà essere simulato con software grafici all’avanguardia e con uno speciale kit di protesi esterne con cui la paziente potrà testare in anteprima il risultato dell’operazione chirurgica al seno.

L’intervento di mastoplastica additiva richiede la collocazione di protesi di silicone dietro la ghiandola mammaria o dietro il muscolo pettorale. La protesi viene inserita dietro la ghiandola mammaria se si cerca di aumentare il volume già esistente, mentre è collocata dietro al muscolo pettorale quando non c’è grasso e lo sviluppo mammario è minimo.

Si può introdurre la protesi dall’areola, lasciando una cicatrice molto piccola poiché l’incisione si pratica nella zona in cui la pelle cambia colore. In alternativa, la protesi può essere inserita dall’ascella o dal solco sottomammario, in modo da minimizzare anche in questo caso la visibilità della cicatrice.

L’intervento viene praticato in anestesia locale e sedazione. Il ricovero in Clinica dura al massimo un giorno. Il post operatorio è semplice da gestire: è sufficiente per alcuni giorni  dopo il trattamento non compiere i movimenti che interessano la zona pettorale. Un altro accorgimento, utile per evitare un indurimento del petto come risposta dell’organismo alla protesi, è quello di effettuare auto-massaggi al seno durante le prime settimane dopo l’intervento, abbinando eventualmente anche dei cicli di idroelettroforesi.

Le protesi utilizzate presso i nostri Centri

La buona riuscita di un intervento di chirurgia estetica al seno dipende molto dalla qualità delle protesi utilizzate. Presso i Centri Phidias utilizziamo solo protesi di altissima qualità, presenti sul mercato da decenni e ormai considerate le migliori in assoluto. Le protesi sono garantite a vita e, nei rarissimi casi di rottura, vengono sostituite gratuitamente e in modo tempestivo.

Le protesi risolvono brillantemente il problema del mancato sviluppo o della riduzione del volume mammario. Danno un risultato naturale, non comportano rischi o effetti collaterali e non impediscono l’allattamento.

Riduzione mammaria

Tra gli interventi di chirurgia estetica del seno effettuati da Phidias c’è anche la riduzione mammaria, ovvero la riduzione delle dimensioni del seno attraverso l’asportazione della parte in eccesso e il sollevamento del nuovo seno. La riduzione mammaria è l’intervento più abituale tra le operazioni di mastoplastica. Il motivo è che non si tratta solo di un problema estetico, ma anche di salute, poiché un sovraccarico di peso sul petto può danneggiare la colonna vertebrale.

Come l’intervento di mastoplastica additiva (aumento del seno), anche la riduzione è ormai un’operazione che si effettua in anestesia locale con sedazione e che richiede un solo giorno di ricovero. Dopo aver stabilito insieme al chirurgo le dimensioni ideali del seno, lo staff medico effettua durante l’intervento sia l’asportazione di grasso e pelle in eccesso, sia il sollevamento del seno. In questo modo non solo si riduce la dimensione del seno, ma gli si da anche la forma e il turgore desiderati. Con un solo intervento  si può così risolvere sia un problema estetico sia un disagio fisico – il peso eccessivo del seno – che spesso si ripercuote sulla colonna con effetti collaterali anche gravi.

Il post-operatorio della riduzione del seno non prevede particolari accorgimenti, a parte quello di evitare nei primi giorni movimenti che interessino i muscoli della zona del petto. Può essere utile, inoltre, effettuare degli automassaggi o dei trattamenti di idroelettroforesi per evitare l’indurimento della parte interessata dall’intervento.

Scegliere Phidias per l’intervento di riduzione mammaria significa affidarsi ad uno dei punti di riferimento nel panorama italiano della chirurgia estetica, e poter contare non solo su personale preparato, ma anche su chirurghi con esperienze di alto livello che seguiranno ogni paziente singolarmente.

Elevazione del seno cadente

Per molte donne, la caduta eccessiva del seno – o ptosi – rappresenta una fonte di disagio e un motivo di non accettazione, ma la chirurgia estetica del seno può risolvere anche questo problema.

La ptosi si deve principalmente ad un eccesso di volume, ma in alcuni casi può verificarsi anche dopo una gravidanza, a causa della distensione e perdita di elasticità della pelle. La mammella è un organo formato da tessuto ghiandolare, grasso e pelle. In mancanza di un supporto osseo, il sostegno muscolare risulta nei casi appena descritti insufficiente a evitare che il seno perda tono. Se l’unico sostegno è la pelle, non sempre questa può da sola mantenere ben sollevati i seni, soprattutto se voluminosi e pesanti. L’intervento di elevazione del seno permette di correggere il difetto estetico e di dare nuovamente al seno il turgore della gioventù o della fase pre-gravidanza, con un effetto totalmente naturale e di grande impatto visivo.

La correzione del seno cadente consiste nell’elevare l’areola e il petto dando forma e turgore. In questo intervento chirurgico non è necessario eliminare tessuto mammario ma solamente la pelle che risulta eccedente. Si tratta di ricollocare il seno, elevarlo e dargli maggior turgore possibile. Il risultato è un seno fermo e ben formato.

Presso le Cliniche Phidias, l’intervento estetico viene effettuato in anestesia locale con sedazione e richiede un solo giorno di ricovero. Le pazienti sono seguite con attenzione e meticolosità da uno staff  medico di altissimo livello, per garantire non solo la perfetta riuscita dell’intervento, ma anche condizioni di comfort assoluto e assistenza meticolosa e attenta.

Le pazienti che si affidano a Phidias per un intervento di chirurgia estetica di elevazione del seno vengono seguite dallo stesso chirurgo dalla prima visita specialistica al post-operatorio. Il chirurgo è a completa disposizione della paziente anche dopo l’intervento per rispondere a ogni suo dubbio e verificare la perfetta riuscita dell’operazione.

Come contattare Phidias

I nostri Centri vi aspettano per fornirvi ogni informazione sulle Cliniche e sulle promozioni in corso. Per conoscere i dettagli della nostra offerta contattate il nostro Servizio Clienti compilando il form o chiamando il numero verde .

numero verde nttagic

Faq di Chirurgia Estetica del Seno

Gli interventi di chirurgia estetica sono vere e proprie operazioni complete di anestesia e, per questo, è fondamentale essere sicure della propria scelta prima di sottoporvisi.
Indipendentemente dalla tipologia di intervento, la chirurgia estetica del seno solleva innumerevoli domande e dubbi riguardanti i vari aspetti dell’iter chirurgico pre e post operatorio.
Di seguito vi forniamo le risposte alle domande più frequenti di chirurgia estetica del seno.

Aumento del seno: come risultano le protesi al tatto?

A seconda delle caratteristiche fisiche della paziente, le protesi al seno possono essere impiantate dietro la ghiandola mammaria o dietro il muscolo pettorale. Quando la protesi è bene inserita, viene adeguatamente coperta e non dovrebbe risultare percepibile al tatto. Bisogna però tenere presente che il tessuto mammario è composto principalmente di grasso, basti pensare alla crescita e alla diminuzione naturale del seno quando si prende o si perde peso. Per lo stesso principio, se la paziente dovesse dimagrire in modo significativo dopo l’aumento del seno, la copertura risulterà più scarsa e le protesi potrebbero essere avvertite al tatto. Per questo motivo, i chirurghi consigliano di approcciare alla chirurgia estetica del seno con un peso corporeo adeguato.

Le protesi devono essere sostituite nel tempo?

Le protesi che venivano impiantate decenni fa erano molto diverse ad quelle che si utilizzano oggi, sia per i materiali con cui venivano fabbricate, sia per le tecniche che venivano adottate. L’aspetto peggiore delle prime protesi del seno era l’elevata predisposizione alla rottura spontanea, che di conseguenza provocava la fuoriuscita del silicone liquido contenuto al loro interno.
Fortunatamente, le protesi moderne sono ben diverse, sono composte da diversi strati di materiale e dunque più resistenti. Benché non si possa escludere l’eventualità di dover ricorrere alla sostituzione delle protesi, non si possono fare previsioni precise circa la loro scadenza. Nella chirurgia estetica, ogni aspetto è prevalentemente soggettivo: esistono donne con protesi mammarie ventennali che non necessitano di sostituzione. Allo stesso tempo, sono molte le situazioni che possono portare alla sostituzione delle protesi mammarie: la perdita o l’aumento repentino del peso, l’invecchiamento, la perdita dell’armonia estetica del seno e l’esposizione solare. Questi fattori possono causare la variazione della forma del seno, compromettendo la simmetria tra la dimensione del seno e quella delle protesi. È proprio in queste situazioni che si consiglia vivamente di intervenire con la sostituzione delle protesi.

Che temperatura hanno le protesi di norma?

Qualsiasi tipo di protesi venga inserita nel corpo tende a prendere la temperatura del corpo stesso. Le protesi al seno hanno dunque la stessa temperatura che avrebbero le mammelle senza le protesi.
Naturalmente, alcune parti del corpo sono molto più esposte di altre, perché più tendenti verso l’esterno; di conseguenza, le mammelle di dimensioni maggiori, e quindi meno riparate perché più esposte, sono più soggette alle temperature fredde (con protesi o senza).

Che tipo di anestesia viene praticata nella chirurgia del seno?

Gli interventi di chirurgia estetica al seno vengono solitamente eseguiti in anestesia generale con l’ausilio della maschera laringea. L’anestesia totale è però molto invasiva e più rischiosa di quella locale. In alcuni casi l’intervento può essere effettuato in anestesia locale combinata con la sedazione intravenosa che minimizza il rischio anestesiologico e favorisce la ripresa della paziente in tempi molto brevi. In alcuni rari casi è invece necessario il ricorso al ricovero: la paziente verrà sottoposta ad una visita preoperatoria molto accurata durante la quale verranno effettuati tutti gli esami clinici del caso.

In che punti vengono fatte le incisioni?

nella mastoplastica additiva, le principali zone di accesso sono l’areola, la regione ascellare o il solco sottomammario. Questi punti di accesso minimizzano la visibilità delle cicatrici, che saranno nascoste dal contorno dell’areola e dalle pieghe cutanee dell’ascella e delle mammelle stesse.
Per quanto riguarda gli altri interventi chirurgici al seno, ad esempio la riduzione, il lifting, ecc, il discorso è diverso: questi interventi richiedono delle incisioni particolarmente lunghe, alcune delle quali non possono essere nascoste. Questi sono i casi in cui le cicatrici restano maggiormente visibili, andandosi a schiarire con il tempo. Qualora le cicatrici costituissero un motivo di disagio per la paziente, si può procedere con un piccolo intervento di microchirurgia.

In cosa consiste il decorso postoperatorio?

Il decorso postoperatorio prevede il riposo assoluto della paziente, che nei primi giorni sarà soggetta a gonfiori, ecchimosi e dolore al seno. Dal terzo giorno è possibile riprendere con le attività quotidiane più semplici, evitando gli sforzi eccessivi e le attività faticose. Nei primi due mesi si sconsiglia vivamente l’esposizione solare. Dopo circa tre settimane dall’operazione sarà possibile tornare a svolgere, in modo graduale, tutte le normali attività.

L’inserimento di protesi mammarie riduce la possibilità di allattare?

Tante donne con protesi mammarie non hanno problemi ad allattare. È stato inoltre dimostrato che le donne con protesi mammarie non presentano tracce di silicone nel latte, al pari delle donne senza protesi mammarie. Le protesi mammarie possono compromettere però la capacità della donna di allattare, qualora l’incisione sia stata eseguita intorno all’areola.

In base a cosa un tipo di protesi è migliore rispetto ad un altro?

Le protesi moderne sono costituite generalmente da un rivestimento esterno in silicone e da un contenuto in gel di silicone, o di soluzione fisiologica. Al di là del materiale, l’aspetto che differenzia le protesi è la forma: a seconda dell’obiettivo desiderato si può optare per una protesi rotonda, con profilo a goccia, o anatomiche, che garantiscono un effetto più naturale e armonioso.
In termini di involucro esterno, la superficie delle protesi può essere liscia, oppure ruvida: mentre le prime risultano più morbide e quindi meno percepibili al tatto, le seconde sono più dure ma maggiormente impiegate nella chirurgia del seno giacché meno soggette a rigetto una volta impiantate.

Promozioni

Mastoplastica additiva 4500 E. di sconto anche a rate da 85 E.